Lingua preferita

Relaxing night

Durata: 
90-120 min
Argomenti affrontati : 
Comunicazione
Dinamiche di gruppo
Sviluppo personale

Attività per gruppi durante un'esperienza residenziale. Lo strumento mira a rafforzare i legami tra i partecipanti, rompere le barriere e l'imbarazzo della prossimità fisica che siamo così poco abituati a sperimentare nella quotidianità.

Finalità: 

Rafforzamento dei legami tra le persone; aumento della coesione del gruppo.

Metodologia: 

Apprendimento esperienziale.

Processo per fasi: 

1) Preparazione dell'ambiente: sistemazione dei tappeti a coprire l'area designata; accensione delle candele e della musica.
2) Coinvolgimento dei partecipanti: il gruppo viene invitato ad entrare nell'area e a prendere posto.
3) Spiegazione iniziale: si definisce l'obiettivo dell'attività, tranquillizzando sulla possibilità di essere coinvolti con i tempi e le modalità che ognuno preferisce, senza forzature. Suggerire che il processo avverrà per fasi e che in ogni momento è possibile fare un passo indietro se vengono a mancare le condizioni di rilassatezza necessarie. Rassicurare sul naturale imbarazzo che potrebbe essere susscitato da alcune proposte e del riso quale indicatore ma anche strumento liberatorio.
4) Primo esercizio: camminata. I partecipanti sono invitati ad alzarsi in piedi e camminare liberamente all'interno dell'area designata, riconoscendo l'altro nell'incrociarsi degli sguardi, abbozzando saluti non verbali e sorrisi (3-5 minuti).
5) Secondo esercizio: respirazione. Il conduttore guida i partecipanti nella respirazione individuale, facendoli soffermare sul percorso dell'aria all'interno del corpo e portando l'attenzione sulle diverse parti dello stesso (5-7 minuti). 6) Terzo esercizio: i partecipanti vengono invitati a formare delle coppie, scegliendo un partner con cui si sentono a proprio agio, sedersi l'uno di fronte all'altro e, a turno, massaggiarsi le mani. Si consiglia di mantenere il contatto visivo per instaurare un rapporto di intimità. Il processo è sempre guidato dal moderatore, che stempera la tensione dovuta alla prossimità (3 minuti a mano, 6 a testa).7) Quarto esercizio: in gruppi da 4, i partecipanti si prendono cura vicendevolmente dei compagni. A turno una persona viene fatta sdraiare sul tappeto (prona o supina, a piacere) e gli altri 3 ne massaggiano il corpo. Il moderatore guida l'esercizio, ricordando che è sempre possibile interrompere il massaggio, cambiare posizione, chiedere e dare indicazioni. Si suggerisce di evitare pressioni e massaggi agli occhi, alla colonna vertebrale e alle reni. L'sercizio termina con il "risveglio" della persona al centro, che ringrazia per il massaggio ricevuto (8-10 minuti a testa).8) Quinto esercizio: visualizzazione. I partecipanti assumono la posizione che è loro più comoda e congeniale e il conduttore li guida in un viaggio immaginario attraverso sensazioni e scene rilassanti, al termine del quale ai partecipanti è data la possibilità di rimanere "assopiti" per qualche momento prima di tornare vigili (10 minuti).

La durata degli esercizi è indicativa, sta al conduttore il compito di misurare il "tempo energetico" e ridurre o aumentarne la durata.

Materiali e risorse: 

Tappeti, coperte e/o materassini sufficienti a ricoprire una superficie adeguata al numero dei partecipanti (da considerare circa 1mq per partecipante); candele o illuminazione soffusa; musica soft (www.youtube.com/watch?v=Cnfj6QCGLyA) e casse.
L'ideale sarebbe un luogo all'aperto, immerso nella natura (mare o montagna è indifferente, purché abbastanza silenzioso).

Esiti: 

Tra i membri del gruppo si nota un maggior senso di benessere e rilassatezza, eventuali tensioni sono state allentate se non sciolte definitivamente.
Nell'immediato i partecipanti appaiono più felici e sorridenti, sensazioni che li accompagnano anche nei giorni successivi.
Si creano o si rafforzano legami interpersonali; i partecipanti sono avvezzi al contatto fisico e mantengono questo atteggiamento in seguito, a prescindere dalla tipologia di attività proposta.

Valutazione: 

Relaxing night è piuttosto versatile (tipologia di gruppo, numerosità, genere) e non necessita di grandi doti o preparazione da parte del conduttore, al quale è però richiesta una buona dose di empatia e sensibilità, oltre che una modulazione della voce calda e pacata.Specialmente se il gruppo vede la presenza di ragazzi maschi molto giovani, è necessario adottare un atteggiamento conciliante per i prevedibili scoppi di ilarità dovuta all'imbarazzo; non lasciarsi intimidire dalla riottosità di alcuni nel fare specifici esercizi, certi che nel prosieguo si coinvolgeranno nuovamente.
Non è un tool adatto a gruppi molto numerosi o che si conoscono poco, o che fanno un'esperienza breve (salvo casi specifici, valutati volta per volta).

Note per un uso ulteriore: 

E' preferibile adottare lo strumento come ultima attività della giornata, dopo cena, per favorire uno stato mentale sgombro da preoccupazioni per il programma a seguire.Spesso i partecipanti rimangono addormentati al termine dell'ultimo esercizio, è quindi necessario risvegliarli dolcemente, così da concludere
la sessione insieme con il gruppo. In alternativa si può anticipare che al termine della sessione ognuno è libero di rimanere in loco per il tempo che ritiene, chiacchierando o riposandosi, sempre nel rispetto degli altri. In questo caso il moderatore lascia la stanza in silenzio e rimanda il feedback al giorno dopo.

Rating: 
3.75
Average: 3.8 (4 votes)
Condividi questo strumento con

RESPONSABILITÀ: SALTO-YOUTH EuroMed non può essere ritenuto responsabile per l'uso improprio di questi strumenti di formazione. Adeguare sempre gli strumenti di formazione al proprio scopo, al contesto, al gruppo target ed alle proprie abilità! Questi strumenti sono stati utilizzati in una varietà di formati e situazioni. Si prega di comunicare SALTO-YOUTH EuroMed qualora si dovesse conoscere l'origine dello strumento o dei diritti d’autore su questo strumento.

Toolbox Statistics

1,437

Utenti
14,263

Visite
702

Strumenti