Lingua preferita

User Functions

MEME-IDENTITY: identità reale e virtuale

Durata: 
0-30 min
Argomenti affrontati : 
L'inclusione sociale
Peer Education

MEM-IDENTITY: identità reale e virtuale, è un’attività che facilita la riflessione personale e che permette di esprimere artisticamente la propria visione di sé e confrontarsi allo stesso tempo con l’opinione che, a nostro parere, hanno gli altri di noi.

Finalità: 

Meme-identity dà la possibilità ai partecipanti di prendersi qualche minuto per riflettere su se stessi, ma consente anche di confrontarsi con quanto gli altri pensano di noi, cogliendo la differenza, lieve ma essenziale tra ciò che siamo e ciò che mostriamo agli altri. Gli atteggiamenti che teniamo, spesso non riflettono quello che noi siamo in realtà, rischiando di dare un’immagine contorta di noi agli altri. Nel virtuale, dove l’interazione vis-a-vis è assente, questa “deformazione” dell’immagine è ancora più evidente. Cosa mostriamo di noi in internet? Quali di questi “noi” mettiamo in vetrina? Che effetto ha un’offesa all’ “io” che mostriamo nei social network? Come vengono interpretati video, immagini, parole che pubblichiamo o condividiamo sui social? Queste sono solo alcune delle domande che dovremmo porci nel momento in cui utilizziamo internet.

Processo per fasi: 

Durante Mem-identity ogni partecipante divide il foglio in 4 quadranti e in ciascuno di esso risponde alle seguenti domande: “come mi vedo”, “come mi vedono gli altri”, “come sono in realtà”, “come vorrei essere” ritagliando foto e immaini dalle riviste e dai giornali messi a loro disposizione. E' importante incentivare i partecipanti ad utilizzare ritagli di riviste e giornali piuttosto che esprimersi attraverso la scrittura per rispondere ai quattro quesiti, perchè si esprimano in modo alternativo, attraverso l’immaginazione e l’arte.Ognuno presenta quindi i propri disegni in plenaria.
Segue quindi un momento di debriefing (è stato difficile l’esercizio? Mostriamo questi 4 quadranti a persone diverse e in situazioni diverse? Quale quadrante mostriamo nel web? Quale quadrante mostra la nostra foto profilo? I nostri amici nel web quale parte di sè cercano di mostrare? A vostro parere quale quadrante può attaccare il cyberbullo nel web?). In questo modo, non solo si dà la possibilità ai partecipanti di prendersi qualche minuto per riflettere su se stessi, ma si consente anche di confrontarsi con quanto gli altri pensano di noi, cogliendo la differenza, lieve ma essenziale, tra ciò che siamo e ciò che mostriamo agli altri, in primis nel web.

Materiali e risorse: 

Fogli A4, pennarelli, riviste e giornali, colla e forbici

Esiti: 

I risultati ottenuti variano molto a seconda dell'età dei partecipanti e della personalità del gruppo coinvolto.
L'attività, compiuta sempre con molto interesse da parte dei partecipanti, soprattutto perchè incentivati dall'uso delle riviste e dei giornali, ha mostrato come in effetti normalmente si tenda a riflettere poco sulla differenza tra identità e immagine. Il momento di riflessione e di composizione individuale lasciato ai ragazzi permette tuttavia di valutare la propria personalità confrontandola con gli atteggiamenti che si tengono in pubblico e quindi con il giudizio che si pensa gli altri abbiano di noi, comprendendo tratti del proprio carattere e del proprio modo di essere che prima non si erano considerati, e confrontandosi con il reale giudizio che gli altri hanno di noi. All'interno dei gruppi si è spesso rimasti piuttosto stupiti della poca considerazione che alcuni partecipanti avevano di sè e si spesso cercato di smentire le valutazioni negative che alcuni avevano espresso su se stessi. Meme-identity, permette ai partecipanti di confrontarsi e comprendersi a vicenda.

Valutazione: 

Meme-identity ha molte potenzialità, in quanto consente, in modo creativo e partecipato, di riflettere a fondo su quello che noi siamo e su quello in realtà mostriamo, soprattutto sul web. Il limite può essere determinato dall'età dei ragazzi e dalla loro personalità, che li può portare a ritenere l'attività un semplice gioco senza riflettere sull'opportunità che rappresenta. E' importante quindi far capire ai partecipanti l'importanza di compiere questa attività innanzitutto individualmente ma soprattutto riflettendo a fondo sulle risposte che si danno ai quattro quesiti, che non dovranno essere giudicate dai propri compagni ma valutate insieme.

Rating: 
0
Ancora nessun voto
Condividi questo strumento con

RESPONSABILITÀ: SALTO-YOUTH EuroMed non può essere ritenuto responsabile per l'uso improprio di questi strumenti di formazione. Adeguare sempre gli strumenti di formazione al proprio scopo, al contesto, al gruppo target ed alle proprie abilità! Questi strumenti sono stati utilizzati in una varietà di formati e situazioni. Si prega di comunicare SALTO-YOUTH EuroMed qualora si dovesse conoscere l'origine dello strumento o dei diritti d’autore su questo strumento.

Toolbox Statistics

1,161

Utenti
14,879

Visite
618

Strumenti