Lingua preferita

Arte migrante

Durata: 
120+ min
Argomenti affrontati : 
L'apprendimento interculturale
L'inclusione sociale
Sviluppo personale

"Arte migrante" è un’esperienza d’incontro tra persone finalizzata alla promozione dell’apprendimento interculturale e all’attivazione di processi d’inclusione sociale attraverso attività di condivisione artistico-culturale.

Finalità: 

 Arte migrante ha la finalità di valorizzare la diversità culturale e stimolare le competenze socio-relazionali dei partecipanti, promuovendo processi di inclusione sociale attraverso l’arte.

Metodologia: 

“Incontriamoci con la scusa dell’arte”: il metodo abbraccia diversi paradigmi operativi e il primo tra tutti è la volontaria condivisione della propria identità culturale attraverso l’Arte, quale potente “collante relazionale oltre le parole”.Arte migrante promuove un apprendimento basato sull’esperienza del gruppo.
Le performance artistiche non vengono applaudite per la loro qualità tecnica, ma per l’autenticità e l’eccezionalità culturale, sociale, umana.
In tal contesto, l’Arte è intesa come qualsiasi libera forma di espressione individuale e collettiva, personale e sociale (canti, danze, racconti, rappresentazioni teatrali, poesia, teatro estemporaneo), divenendo strumento di risposta costruttiva contro l’indifferenza e la paura del ‘diverso’.
Ognuno è libero di partecipare attraverso la performance o attraverso l’ascolto. In linea con le sue finalità, le attività di Arte migrante sono partecipate da persone con diverso background socio-culturale (rifugiati, senza-tetto, studenti, lavoratori, giovani, adulti, ecc.) e sono caratterizzate da un approccio orizzontale e circolare, nonché da uno spirito di condivisione, spontaneità e accoglienza. Questi contribuiscono alla creazione di uno spazio libero e protetto per chi partecipa. Ogni incontro è caratterizzato da 4 momenti specifici di seguito descritti:1 - IL RITO INIZIATICO DELLE PRESENTAZIONIIl momento vede lo svolgimento di attività non-formali con livelli di strutturazione variabile, a seconda del numero dei partecipanti. Gli obiettivi sono rompere il ghiaccio, conoscersi e creare un clima accogliente. Esempi:-Livelo di strutturazione basso.I partecipanti, distribuiti nello spazio, si lanciano  un gomitolo tenendo stretta una estremità dello spago così da formare una rete. Chi riceve il gomitolo dice il proprio nome e qualcosa che piace (un hobby, un luogo, una pratica, ecc.), rilanciandolo a chi condivide la stessa preferenza/pensiero. Alla fine, tutti prendono un pezzo della “rete”.-Livello di strutturazione alto.  I partecipanti si suddividono in piccoli gruppi; ogni gruppo scegliere un portavoce/rapporteur; i partecipanti attribuiscono una parola ai termini “Arte” e “Migrante”; i portavoce dei gruppi condividono in plenaria quanto emerso da ciascuno; i facilitatori scrivono su una lavagna le condivisioni e le discutono insieme al grande gruppo.2 - LA CENA SOCIALE (O BREAK)Tutti contribuiscono alla cena con la preparazione di piatti tipici della propria casa, un’occasione di scambio e approfondimento delle conoscenze.Ai partecipanti viene chiesto di non portare bevande alcoliche per evitare situazioni di rischio e mantenere la totale autenticità dell’esperienza. 3 - PER...FORMARE: LE CONDIVISIONILa spontaneità è un aspetto centrale delle performances, una condizione che valorizza la bellezza dei significati e non la bellezza estetica di una esibizione. In arte migrante le performances si concretizzano nelle  seguenti forme: Verbali (poesia, canto, racconti, testimonianze), Non verbali (musica, il disegno, la danza, il teatro).Viene allestito uno spazio da titolo ‘spazio libero’ per le arti performative non verbali con fogli bianchi, colori e pennarelli.4 - Riflessione finaleTutti gli incontri si concludono con una riflessione finale spontanea da parte dei partecipanti.

Processo per fasi: 

PREPARAZIONE:Allestimento dello spazio: sedie in cerchio, teli per terra, lavagna, video-proiettore per la visione del filmato su Arte migrante, strumenti , fogli e colori ben disposti a portata di mano.INIZIO ATTIVITA':1. Presentazione del poster su Arte migrante e descrizione dello studio dal punto di vista delle finalità, obiettivi, strumenti, metodi, risultati;2. Proiezione di due filmati: Arte migrante a Bologna https://www.youtube.com/watch?v=j7MPl162czo; Arte migrante a Palermo https://www.youtube.com/watch?v=FqPvdfW63b0; 3 Breve simulazione di un incontro Arte migrante (vedi dettagli al paragrafo sulle "metodologie"):-      Il rito iniziatico delle presentazioni (attività di conoscenza guidata dal facilitatore)-      Il “break sociale” (ognuno porta uno snack da condividere, magari della propria città di origine)-      Le condivisioni (ognuno può cantare una canzone, proporre una danza, un racconto, una poesia, condividere un pensiero, ecc)-      La riflessione finale (atto spontaneo da parte dei partecipanti)CONCLUSIONEOpinioni sull'esperienzaDurata totale 1h.30 min.

Materiali e risorse: 

N. partecipanti: 15-          - Uno spazio esterno o interno lontano da pericoli per i partecipanti e da possibili distrattori (possibilmente silezioso);-          - Strumenti musicali (una chitarra, uno strumento a percussione, ecc);libri, poesie, ecc.-          - Fogli bianchi e colori;-          - Una lavagna (o un cartello) per tenere il turno alle condivisioni (performances);-          - Tappeti/teli da mettere per terra sui quali sedersi; sedie per chi non vuol/può sedersi per terra;-          - Del cibo da condividere (si propone di preparare patti tipici della propria casa)

Esiti: 

- Conoscenza di un'esperienza d'inclusione sociale che lega la dimensione informale e quella non-formale;- conoscenza di uno strumento trasferibile e flessibile in diversi contesti di vita;- sviluppo di un senso di appartenenza alla comunità Arte migrante (locale e nazioanle - a lungo termine)- conoscenza di nuove persone attraverso approccio creativo ed inclusivo- creazione di nuovi contatti- maggiore conoscenza di sé, delle proprie skills relazionali e della propria identità culturale- apprendimento interculturale;- stimolazione delle competenze comunicative- scoperta del potenziale relazione dell’Arte e di tutte le sue forme 

Valutazione: 

Oggi Arte migrante si trova in sette città d’Italia (Torino, Modena, Modica, Palermo, Reggio Emilia, Como), un numero che sembra destinato a crescere. Questo contribuisce a maturare un senso di appartenenza ad una comunità allargata a livello nazionale. Ad ogni incontro Arte migrante, in ciascuna città, partecipano mediamente tra le 50 e le 100 persone ogni settimana, rappresentanti diverse realtà sociali: giovani e adulti migranti, studenti, lavoratori, senza-tetto, associazioni.L’iniziativa ha potuto espandersi in quanto risponde al bisogno reale di ogni persona, quello della socialità e del relazionamento.La frequenza, il luogo fisso e la continuità sono i punti di forza dello strumento, in quanto lo rendono “affidabile”, un punto di riferimento anche per chi vive condizioni di svantaggio sociale e per chi non è attivamente inserito in una rete di supporto. Arte migrante è uno strumento esperienziale che si adatta a diversi contesti sociali e di gruppo, grazie soprattutto all’elemento facilitatore: l’Arte.Parallelamente, l’attività richiede un costante lavoro di comunicazione on line e off line per invitare i cittadini, i gruppi e le associazioni del territorio a partecipare.Se da un lato un alto livello di partecipazione è un segno positivo rispetto alla finalità dell’iniziativa, dall’altro questo rallenta i processi di conoscenza e socializzazione. Una buona gestione delle dinamiche di gruppo può intervenire positivamente su tale complessità.Arte migrante è un’esperienza/strumento di lungo termine i cui risultati possono essere valutati pressoché esclusivamente in termini qualitativi. La costruzione di strumenti per il monitoraggio e la valutazione dell'attività è una sfida aperta che sarà sottoposta all’attenzione dei partecipanti al workshop. 

Note per un uso ulteriore: 

- Fondamentale è pensare che lo strumento replicato in contesti diversi può necessitare di rivisitazioni da un punto di vista dell'approccio e delle risorse.- Precedentemente all'implementazione dello strumento è necessario constatare le risorse umane e gli spazi disponibili. Bisogna accertarsi che i luoghi siano completamene accessibili a tutti.- Un'azione importante è quella del prendersi cura del proprio network locale ed espanderlo, al fine di contattare e coinvolgere i cittadini.- I gruppi già presenti in Italia guidano e supportano i gruppi che intendono utilizzare lo strumento "Arte migrante" nelle proprie città.- www.artemigrante.euhttps://www.facebook.com/ArteMigrantePalermo/?fref=ts 

Documenti / Dispense: 
Rating: 
3.8
Average: 3.8 (5 votes)
Condividi questo strumento con

RESPONSABILITÀ: SALTO-YOUTH EuroMed non può essere ritenuto responsabile per l'uso improprio di questi strumenti di formazione. Adeguare sempre gli strumenti di formazione al proprio scopo, al contesto, al gruppo target ed alle proprie abilità! Questi strumenti sono stati utilizzati in una varietà di formati e situazioni. Si prega di comunicare SALTO-YOUTH EuroMed qualora si dovesse conoscere l'origine dello strumento o dei diritti d’autore su questo strumento.

Toolbox Statistics

1,239

Utenti
14,879

Visite
655

Strumenti